Emergenza freddo

DORMITORIO INVERNALE A COMO

Un tetto per tutte le notti d’inverno, grazie a 500 volontari

Dall’inverno di otto anni fa, la rete Vicini di strada, insieme a numerosi altri enti, gruppi e tanti singoli cittadini e cittadine, allestisce a Como un dormitorio invernale, conosciuto come “Emergenza freddo”.

Il servizio nasce per offrire un riparo notturno alle molte persone senza dimora che non trovano ospitalità in altre strutture e che altrimenti, rimanendo all’addiaccio nei mesi più freddi dell’anno, metterebbero a repentaglio la propria salute, spesso già precaria,quando non la stessa vita.

Emergenza Freddo

 

Il Dormitorio invernale è ubicato presso alcuni spazi appositamente allestiti all’interno della struttura del Centro Pastorale Cardinal Ferrari a Como (accesso da via Sirtori 3). Il servizio per gli ospiti è completamente gratuito ed è disponibile dai primi di dicembre alla fine di marzo.

La struttura ospita un massimo di 40 persone a notte.  L’entrata per gli ospiti è prevista dalle 20.00 alle 22.00, l’uscita alle 7.00.

Il servizio accoglie uomini e donne italiani o stranieri, senza dimora. Qualora venissero ospitate persone con animali, questi ultimi possono essere accolti in appositi spazi istituiti all’esterno della struttura.

 

L’accesso alla struttura avviene attraverso “Porta Aperta”. Le persone possono recarsi presso il servizio della Caritas in via Tatti 18 a Como, nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00.

Questo inverno, come lo scorso, i posti-letto durante il periodo invernale sono stati ulteriormente aumentati: Caritas, in collaborazione con l’associazione Como Accoglie, ha installato un campo tendato nel cortile del Centro Pastorale Cardinal Ferrari che può accogliere altre 40 persone. L’accesso avviene sempre tramite “Porta Aperta”.

Dove e Quando ?


  • Tutte le notti dalle 20.00 alle 7.00

Info & Contatti

L’accesso alla struttura avviene attraverso “Porta Aperta”:

Scopri tutti i progetti di Vicini di Strada e degli altri servizi della rete